Prima banca in Europa a siglare il nuovo accordo a valere sul Fondo PanEuropeo

Dall’Europa un plafond di 400 milioni di euro a favore delle imprese

 

Prima banca in Europa a siglare il nuovo accordo a valere sul Fondo PanEuropeo

Il rilancio e la ripartenza del territorio e del suo tessuto economico passano anche attraverso l'Europa.

ec2173323d5d3dac15c94a42fb664157

In questo panorama, Mediocredito Trentino Alto Adige è stata la prima banca in Europa a siglare il nuovo accordo sul Fondo Pan Europeo di Garanzia (EGF), gestito dalla Banca Europea per gli Investimenti e dal Fondo Europeo degli Investimenti (FEI), per veicolare le risorse europee e dare respiro alla aziende messe in difficoltà dalla crisi innescata dall'emergenza Covid-19: una partita di 400 milioni, una cifra a disposizione delle imprese per reggere l'urto e investire sul proprio futuro.

"Possiamo dire con orgoglio di essere stati i primi in Europa a siglare l’accordo per attivare gli strumenti di garanzia del programma EGF (Fondo Pan Europeo di Garanzia) - commenta Diego Pelizzari, Direttore generale di Mediocredito del Trentino Alto Adige. Questo ci fa molto piacere perché dimostra che l’Europa non è poi così lontana. Spesso in Italia non utilizziamo le opportunità europee perché le riteniamo troppo complesse. Non è così se ci si approccia in modo corretto e adeguato, utilizzando la lingua inglese e muovendosi con velocità nella predisposizione della documentazione necessaria alla due diligence richiesta. La fiducia dell'Unione europea testimonia che la nostra banca è percepita come solida, affidabile e in grado di gestire al meglio gli strumenti europei a disposizione degli Stati membri.”

Da subito dunque Mediocredito aggiunge, a sostegno delle imprese, la possibilità di ricorrere a finanziamenti sostenuti da garanzia europea.

"La nostra banca - prosegue Diego Pelizzari - può mettere a disposizione delle piccole e medie imprese finanziamenti garantiti al 70% per investimenti materiali e immateriali ed anche per supportare esigenze di liquidità e capitale circolante. Il FEI si è subito attivato per fronteggiare l'emergenza Covid con il rilascio di risorse del plafond EGF Paneuropeo, al quale hanno contribuito gli Stati membri. Il nostro ruolo è quello di agevolare l'accesso alle risorse finanziarie, facilitare le procedure e garantire quelle risorse necessarie per rilanciare le attività. Con questa opportunità riusciamo a riconoscere alle imprese un beneficio finanziario, in termini di minor spread".

Un nuovo obiettivo raggiunto, un punto di arrivo di un lungo percorso avviato nel 2015 con i rappresentanti di Mediocredito che sono volati a Bruxelles e Lussemburgo per le trattative e per chiudere vari importanti contratti. Il Fondo europeo per gli investimenti si occupa in particolare di supportare l’accesso al credito delle PMI attraverso lo strumento della garanzia diretta. L'azionista di maggioranza è la Banca europea per gli investimenti che a sua volta opera attraverso banche e altri soggetti d'intermediazione finanziaria negli Stati membri dell'Unione europea.

Ora la partenza è la gestione di 400 milioni, risorse fondamentali quale volano dell'economia.

“Un raggio d'azione che non si limita a Trentino e Alto Adige, Mediocredito può vantare filiali principalmente nel Nord Italia tra Treviso e Padova, Brescia e Bologna. La solidità della nostra banca e patrimoniale, la trasparenza nell'investire le risorse a favore del territorio e delle imprese sono le chiavi vincenti. Il valore nel nostro know-how è stato ancora una volta riconosciuto anche a livello europeo", conclude Franco Senesi Presidente di Mediocredito Trentino Alto Adige.

(FB)

 

 

Banca europea per gli investimenti (BEI), proprietà comune dei paesi dell’UE, ha come obiettivi quello di accrescere le potenzialità dell'Europa in termini di occupazione e crescita, sostenere le iniziative volte a mitigare i cambiamenti climatici e promuovere le politiche dell'UE al di fuori dei suoi confini. La banca assume prestiti sui mercati dei capitali e eroga prestiti a condizioni favorevoli per progetti che sostengono obiettivi dell’UE. Circa il 90% dei prestiti viene erogato all'interno dell'UE. La BEI eroga i prestiti superiori ai 25 milioni di euro direttamente. Per prestiti di minor importo apre linee di credito per istituti finanziari che a loro volta concedono fondi ai richiedenti. http://www.eib.org/en/index.htm

 

Fondo Europeo per gli Investimenti (FEI) fa parte del Gruppo Banca Europea per gli Investimenti: promuove gli obiettivi dell'UE a sostegno dell'innovazione, ricerca e sviluppo, l'imprenditorialità, la crescita e l'occupazione. La sua mission principale è sostenere le micro, piccole e medie imprese, aiutandole nell’accesso al credito. FEI progetta e sviluppa fondi di venture capital e di private equity, garanzie e strumenti di microfinanza diretti specificamente a questo segmento di mercato.

Lo strumento di garanzia EGF è attivato dal Fondo europeo per gli investimenti con il sostegno finanziario degli Stati membri che contribuiscono al EGF.

https://www.eif.org/what_we_do/egf/index.htm