Zamperla emette un nuovo minibond Mediocredito Trentino Alto Adige è l’advisor e l’arranger

 Antonio Zamperla Spa, produttore di attrazioni per parchi di divertimenti, leader a livello mondiale con sede in Altavilla Vicentina, ha emesso un nuovo minibond di 1,5 milioni di Euro con scadenza 2023, garantito dal  Fondo Europeo per Investimenti. Advisor e arranger dell’operazione è Mediocredito Trentino Alto Adige.

Zamperla emette un nuovo minibond  Mediocredito Trentino Alto Adige è l’advisor e l’arranger

Fondata negli anni ’60 e interamente controllata dall’omonima famiglia, Antonio Zamperla Spa è specializzata nella progettazione, costruzione e commercializzazione di attrazioni per parchi divertimento,  in Italia e all’estero. Ha fornito ben 7 attrazioni su 12 al lancio di Eurodisney a Parigi  nel 1988 come pure le giostre per parco divertimenti di Coney Island a Brooklyn (New York). Azienda fortemente internazionalizzata - il fatturato consolidato del 2017 presenta un percentuale di export che si attesta al 99% - ha clientela di primario standing in tutto il mondo: Walt Disney, MCA Universal Studios, Warner Bros, Paramount, Lego per citarne alcuni. Anche in Italia la società ha installato attrazioni in diversi parchi, tra gli altri a Mirabilandia e Cinecittà World; nel 2019 è prevista la creazione di un parco tematico a Bologna all’interno di FICO Eataly World.

Zamperla investe da sempre molto nella ricerca e nell’innovazione, i principali punti di forza sono infatti rappresentati dal know-how, dall’ampia gamma di prodotti innovativi, dalla continua ricerca e dall’utilizzo di tecnologie all’avanguardia grazie a personale altamente qualificate. Per la presenza di questo elevato grado di innovazione, l’emissione del minibond di Zamperla - strutturata da Mediocredito Trentino Alto Adige in ogni singolo aspetto - ha potuto beneficiare della garanzia InnovFin del Fondo Europeo per gli Investimenti.

Dopo alcune emissioni short term – precisa il CFO di Zamperla, Antonio Cecchetto – abbiamo voluto strutturare un minibond di più lunga durata, per sostenere la crescita aziendale e l’innovazione. La nostra esperienza con questo strumento finanziario innovativo è molto positiva, perché permette anche alle società non quotate in Borsa di accedere ai capitali freschi grazie alla fiducia degli investitori nei confronti di aziende sane e innovative. Per l’emissione del minibond ci siamo affidati a Mediocredito Trentino Alto Adige, una banca corporate specializzata in operazioni di finanza straordinaria, che ci ha assistito in tutti i necessari passaggi fino all’emissione del titolo”.

Credo sia strategico per un azienda innovativa e fortemente internazionalizzata come Zamperla” afferma il Direttore generale di Mediocredito TAA Diego Pelizzariconsolidare il rapporto con il mercato dei capitali utilizzando uno strumento innovativo come i minibond, utile a sostenere nel medio termine la crescita della società e lo sviluppo di nuovi progetti di investimento. Nello stesso tempo, penso sia un valore aggiunto per l’azienda potersi affidare ad un unico partner, capace di gestire ogni singolo aspetto legato all’emissione”.

Sono soddisfatto di questa operazione - afferma Michele Orsanelli CEO di NexInvest  partner di Antonio Zamperla SpA e Mediocredito – “perché per un’azienda non quotata è strategico diversificare le fonti di finanziamento con strumenti innovativi come i minibond”.

Mediocredito Trentino Alto Adige nel ruolo di advisor e arranger, ha offerto alla Zamperla SpA la consulenza finanziaria, ha affiancato la società nella redazione dei business plan, ha fornito il supporto legale per gli aspetti formali, normativi e per la predisposizione del Regolamento del prestito, ha gestito l’attivazione della garanzia europea InnovFin del Fondo Europeo degli Investimenti, ha fornito l’assistenza fino alla fase finale di emissione del titolo, che è stato sottoscritto interamente dalla banca. (F.B.)

Zamperla Spa  è specializzata nella progettazione, costruzione e commercializzazione di attrazioni per parchi divertimento, sia in Italia che all’estero. È inoltre specializzata nello studio e nello sviluppo di nuovi prodotti e  servizi  inerenti  il  settore  del divertimento. L’avventura imprenditoriale di Zamperla inizia negli anni sessanta e dal 1976 l’azienda è  presente  in maniera continuativa nel “sofisticato” quanto esigente mercato americano. Nel  1988 Zamperla  diventa  Spa e raccoglie  la sfida  tecnica  e  produttiva  lanciata  dalla  Walt  Disney  per  il  parco divertimenti  di  Parigi. La  società è  inoltre  coinvolta  nella realizzazione e gestione di parchi divertimento fin dal 2002, anno di apertura del parco mobile Victorian Gardens di New York, quale rilettura “estiva” in joint venture con la Donald Trump Corporation dell’area occupata dalla famosa pista di pattinaggio invernale Wollman Rink di Central Park. Nel 2009 è stato indetto un bando per la riapertura e gestione del parco divertimenti di Coney Island, vinto dall’azienda americana C.A.I. (Central Amusement International), che da anni si avvale esclusivamente di giostre prodotte dalla Antonio Zamperla S.p.A. La società ha ulteriormente dimostrato non solo di saper proporre progetti di recupero, rilancio e sviluppo di realtà ed infrastrutture esistenti al passo con le aspettative di un pubblico moderno, esigente e diversificato, ma anche di gestire nuove realtà con piani di investimento pluriennali.